GRECO DI TUFO DOCG

Il Greco di Tufo è una delle poche varietà bianche ad avere un’alta propensione all’invecchiamento.
Questo antico e prestigioso vitigno è stato portato nella provincia di Avellino dai Pelagi, dalla Tessaglia in Grecia, nel primo secolo avanti Cristo.

DENOMINAZIONE
Greco di Tufo DOCG

VITIGNO
Greco di Tufo 100%

VIGNETO E TERRENO
Le tenute di Tufo e Petruro Irpino si trovano su un suolo in prevalenza argilloso-calcareo con esposizione a Sud-Est e un’altitudine media di 450 m s.l.m. Il sistema di allevamento è la spalliera con potatura a guyot, la densità d’impianto di 3.000 ceppi/ettaro di media e una resa di circa 80 q/ettaro e 2,6 kg/ceppo.

ETA’ DEL VIGNETO
15 anni in media.

PERIODO E SISTEMA DI RACCOLTA
Seconda decade di ottobre, raccolta manuale.

VINIFICAZIONE E AFFINAMENTO
Vinificazione classica in bianco in serbatoi di acciaio a temperatura controllata.
Affinamento di almeno un mese in bottiglia.

FORMATI SPECIALI

0,375

GRECO DI TUFO DOCG

IL COLORE
Giallo paglierino.
IL PROFUMO
Sentori fruttati intensi e complessi, di agrumi, pesca, ananas, albicocca e lime.
IL SAPORE
Fresco, molto minerale, strutturato ed elegante.

ABBINAMENTI
Antipasti

  • Zuppe e crostacei.

Primi piatti

  • Risotti e portate a base di pesce.

Secondi piatti

  • Carni bianche, crostacei, fritture di pesce e verdure.

 

ATTITUDINE ALL’INVECCHIAMENTO
20 anni e oltre
TEMPERATURA DI SERVIZIO
12-14 °C

GRECO DI TUFO DOCG

Il nome Tufo rievoca l’origine geologica del terreno su cui sorge la cittadina. Questo comune rappresenta l’epicentro dell’areale di produzione del Greco di Tufo DOCG, tra vigne e boschi di macchia appenninica, su imponenti banchi di tufo solcati dal fiume Sabato.
Il piccolo borgo è stato uno dei più importanti centri minerari del sud per l’estrazione di zolfo, che ancora oggi marca i profili aromatici e gustativi dei vini ottenuti in questo terroir.
Il vigneto di Petruro è situato ai confini con il comune di Tufo, nel cuore della zona tradizionale di produzione del vitigno Greco di Tufo, caratterizzato dalla presenza di un terreno ricco di argille e di scheletro. Questa uva di antica nobiltà ha trovato negli otto comuni dell’Irpinia, in un fazzoletto di terra racchiuso in 61 chilometri quadrati sui colli che accompagnano il corso del fiume Sabato, la sua collocazione ideale. Il secolare insediamento del Greco in quest’area ha consentito un perfetto adattamento del vitigno all’ambiente, in sintonia con l’andamento climatico, che è qui atipico rispetto alle altre zone del Mezzogiorno d’Italia.

Tufo

Estensione della tenuta: 4 ettari
Suolo: argilloso – calcareo
Vitigni: Greco di Tufo
Densità di impianto (ceppi/ha): 3.000
Sistema di allevamento: guyot
Esposizione: Sud-Est
Altitudine: 400 m s.l.m.

Petruro Irpino

Estensione della tenuta: 10 ettari
Suolo: argilloso – calcareo
Vitigni: Greco di Tufo
Densità di impianto (ceppi/ha): 3.000
Sistema di allevamento: guyot
Esposizione: Sud-Ovest
Altitudine: 350 m s.l.m.