Falanghina

La Falanghina, con l’Aglianico, è uno dei più antichi vitigni autoctoni campani, giunto a noi dai coloni greci. Il suo nome deriva dal greco “falangos” (la falanga, ovvero il palo di sostegno cui il vitigno era legato). La Falanghina (la vite sorretta da pali) ha vissuto lunghi secoli di quasi abbandono, rischiando l’oblio, prima di essere riscoperta e valorizzata a partire dagli anni ’60 del 900, anche grazie al fatto di essere uno dei pochi vitigni non attaccati dalla temibile fillossera.
Caratteri varietali: foglia media o piccola, cuneiforme, trilobata e di colore verde chiaro; grappolo medio, cilindrico (o conico), allungato e spesso con un’ala più corta; acino di dimensioni medie, sferico; buccia spessa e consistente, con buona presenza di pruina, dal colore grigio-giallastro.

mastro
Share
This

Post a comment